6 buoni motivi per studiare l’italiano usando la musica

banner - musicaPer chi come me si occupa di insegnare l’italiano agli stranieri la domanda “qual è la chiave per imparare una lingua straniera?” è una di quelle vitali.

La mia esperienza mi ha insegnato che l’elemento fondamentale per raggiungere un buon risultato nello studio di una lingua straniera è far sì divertirsi mentre si impara. E per far divertire l’insegnante sceglie gli strumenti didattici giusti. Uno di quelli che preferisco e che hanno sicuramente un’efficacia sorprendente è la musica.

Perché? Cosa accade quando studiamo un’altra lingua attraverso le canzoni? E, in particolare, cosa rende la musica così utile nello studio della lingua italiana? Ecco 6 risposte a questa domanda.

  1. Semplicemente funziona! Tutti gli insegnanti hanno notato come le canzoni aiutino a migliorare tutte le abilità linguistiche, da quelle grammaticali a quelle lessicali, dalla comprensione al parlato. L’italiano, poi, è una lingua molto musicale, famosa nel mondo proprio per il “bel canto”!
  1. Si usa l’italiano di tutti i giorni. Le canzoni non solo permettono di allargare il lessico, ma aiutano soprattutto a migliorare il vocabolario di uso quotidiano e colloquiale. I suoni e la melodia aiutano a fissare nella memoria le nuove parole. È come quando una canzone che abbiamo sentito in un ristorante continua a echeggiare nella nostra testa anche quando usciamo. Certo, può sembrare un po’ faticoso, ma… funziona! Le parole, le frasi, i modi di dire che non riuscivamo a memorizzare neanche dopo un’infinità di esercizi finalmente sono lì, nella nostra memoria, pronti a essere utilizzati alla prima occasione.
  1. I suoni aiuta a memorizzare. La musica ha sicuramente un grande potere rilassante che aiuta a concentrarsi sui suoni e a renderli familiari. La ripetitività tipica delle canzoni, soprattutto attraverso i ritornelli, fissa il suono delle parole nel nostro cervello. Inoltre la musica genera emozioni, così una canzone, con il suo bagaglio di emozioni positive, rimane nella nostra memoria insieme tutte quelle frasi e parole nuove che pensavamo di non imparare mai!
  1. È motivante e gratificante. È uno strumento che si può usare anche da soli, in ogni momento della giornata. Puoi ascoltare musica in macchina, a casa, mentre fai sport. Così quella frustrazione dovuta al fatto che non trovi mai il tempo di dedicarti alla tua passione per l’italiano si trasformerà in gratificazione.
  1. Si può usare anche in classe. Sono tante le attività che possono essere proposte attraverso una canzone, ma la musica è particolarmente adatta a rendere più piacevoli gli esercizi di grammatica, di ampliamento lessicale o di comprensione orale che risulterebbero più noiosi se studiati sui libri di testo.
  1. Si impara anche la cultura. Le canzoni sono legate alla cultura di un popolo. Nel nostro caso del popolo che parla italiano. Cantare ci permette di conoscere meglio la cultura italiana, basta fare un po’ attenzione agli argomenti dei testi, alla scelta del lessico dell’autore e altri piccoli dettagli.

Può darsi che sia la giusta combinazione tra piacere e apprendimento, oppure le tante emozioni che la musica ha sempre avuto la capacità di risvegliare in ognuno di noi; qualunque sia la causa, le canzoni sono sicuramente lo strumento che ci invoglia a cominciare lo studio di una lingua.

Non è mai troppo tardi, comincia subito a studiare l’italiano!

Annunci

Informazioni su L'Accademia Cagliari

L'Accademia - Scuola di Italiano (Cagliari)
Questa voce è stata pubblicata in L'Accademia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...