Cose da cagliaritani

Il nostro blog è nato con l’idea di raccontarvi Cagliari, L’Accademia  qualche curiosità sull’italiano. Vi abbiamo già svelato qualche segreto sulla nostra città, ma è arrivato il momento di dirvi qualcosa di più… magari ve ne innamorate anche voi. Cominciamo!

62_cagliari

Cagliari

Se mai ti pungesse vaghezza e decidessi di venire a Cagliari, ci sono alcune cose che dovresti sapere (e magari fare, se vuoi) per sentirti uno di noi.

Sono tante le cose che ti rendono un vero cagliaritano, da fare o dire, se vuoi veramente far parte di questo meraviglioso popolo. La lista è lunga e alcune di queste cose ti fanno sentire un po’…retrò! O almeno è così che mi sento io. Per esempio ricordarsi con nostalgia dei casotti al Poetto. Ecco quelli io me li ricordo. Tanti, colorati e sommersi da una meravigliosa sabbia bianca.

Altre sono invece più attuali e attuabili, per esempio un importante quotidiano online suggerisce che il miglior modo per sentirsi intergrato è iniziare lunghe ed estenuanti discussioni su quale sia la pizza al taglio più buona: quella della Pizzetta D’Oro, Pizza 74 o Tandem? Io ho la mia opinione, ma ve la dico se venite a trovarmi.

Anche una bella cena dai “caddozzi”, panino con salsiccia e cipolle mangiato in piedi con una birra Ichnusa in mano, aiuterebbe a sentirsi parte del tessuto sociale della città, grazie soprattutto al mal di stomaco che ne segue.

Una delle cose che caratterizza gli abitanti di Cagliari è il fatto che non accettano facilmente le novità. Per esempio è assolutamente inutile cambiare il nome di un locale, tanto continueranno a chiamarlo sempre con il vecchio nome per cui l’Antico Caffè sarà sempre il caffè Genovese (e avrà sempre le pizzette sfoglie tra le migliori della città).

Un vero cagliaritano, poi, se vede un piccolo raggio di sole, anche in inverno, non perde occasione per andare a prendere un caffè al Poetto e godersi il mare e il paesaggio. Sedersi al sole e nascondersi dietro enormi occhiali scuri, anche se dentro giubbotti dallo spessore imbarazzante, è rassicurante, ti da un senso di appartenenza alla tua terra e a questa città.

Per sentirsi parte della città è importante usare una serie di termini che non verrebbero capiti, o meglio che hanno diverso significato, in “continente”. Per esempio la canadese non è una bella fanciulla che viene d’oltre Oceano ma la tuta da ginnastica, la pastina non è pasta di piccole dimensioni per il brodo ma una merendina.

Insomma, bastano piccoli accorgimenti e diventi parte di un popolo che non faticherà ad accoglierti come uno di loro, sarà come se fossi nato qui!

Annunci

Informazioni su L'Accademia Cagliari

L'Accademia - Scuola di Italiano (Cagliari)
Questa voce è stata pubblicata in L'Accademia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.