Congiuntivo: croce e delizia

Con le lezioni a L’Accademia ormai a pieno ritmo, tornano i mille dubbi e le ansie dei nostri studenti rispetto all’uso del congiuntivo.

Per calmare almeno un po’ le ansie, dico spesso ai nostri studenti: “Non abbiate paura del congiuntivo! Vedetelo come una possibilità di arricchire il vostro italiano, ma se non vi sentite sicuri, usate le costruzioni alternative che non lo prevedono.” In fondo, anche noi italiani ogni tanto ci inciampiamo (e quando capita a chi, come me, l’italiano addirittura pretende di insegnarlo agli altri, l’imbarazzo è stratosferico).

A volte l’errore, però, non sta tanto nell’uso quanto proprio nell’abuso. Paolo Di Stefano, sul Corriere della Sera, lo scorso 7 maggio ha scritto un articolo dal titolo La congiuntivite, un’epidemia verbale in cui cita degli esempi di “eccesso di congiuntivo”, un uso cioè sbagliato in frasi che per regola richiedono un (semplice?) indicativo. Come non pensare a tutte quelle volte che mi è venuto di dire “Sono certa che sia così” perché, in fondo, se è pur vero che io ne sono certa, la mia è sempre una certezza soggettiva…

Consolatevi, dunque, cari studenti di italiano: il congiuntivo è complicato ma molto affascinante. Imparare a usarlo bene vi darà grandissime soddisfazioni, ve lo garantisco.

 

Annunci

Informazioni su Stefania

pigra ma energica (indole felina)
Questa voce è stata pubblicata in L'Accademia. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Congiuntivo: croce e delizia

  1. Il congiuntivo è vivo e vegeto! Ed è per questo che bisogna saperlo! 🙂 Curiosamente ci sono tantissimi strafalcioni che capitano comunemente a tutti, parlando, ma sbagliare un congiuntivo marchia, ed espone alla “sindrome di Fantozzi” simbolo dell’uomo medio che sbaglia sistematicamente tutti i congiuntivi. E così “non azzecca un congiuntivo” è ciò che bolla irrimediabilmente. Per chi non è madrelingua è ancora più arduo il suo controllo, ma a uno “straniero” si perdona di più. Comunque davanti a un “se sarebbe” (che tra l’altro non è necessariamente sbagliato) conviene dire che non si è sbagliato il congiuntivo ma il condizionale… magari saranno più indulgenti! 🙂

    Piace a 1 persona

    • Stefania ha detto:

      I nostri studenti considerano il congiuntivo alla stregua di una scalata dell’Everest o un oro olimpico e quando imparano a usarlo bene (meglio di molti italiani) si sentono orgogliosi di sé e un po’ più italiani. Ogni volta che ho la fortuna di assistere al momento in cui si rendono conto di saperlo usare con naturalezza mi commuovo un po’ 😀

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...